Lunedì 17 Dicembre 2018
Sei in: Home | IUC Imposta Unica Comunale | Imposta Comunale Unica

Tassa Servizi Indivisibili

A V V I S O
TASI – TASSA PER I SERVIZI INDIVISIBILI ANNO 2014
Dal 1° gennaio 2014 è stata istituita la IUC, l'Imposta Unica Comunale, che si compone dell'IMU, della TARI (Tassa sui Rifiuti) e della TASI (Tassa per i Servizi Indivisibili).
Il nuovo tributo TASI è collegato al valore catastale dell'immobile, determinato così come previsto per l'imposta municipale propria -IMU-.
Riferimento normativo: Legge n. 147 del 27.12.2013, art. 1 – comma 639 e seguenti.
Presupposto impositivo: il possesso o la detenzione, a qualsiasi titolo, di fabbricati, compresa anche l'abitazione principale, ed aree edificabili, ad eccezione dei terreni agricoli.
Base imponibile: coincide con quella prevista per il calcolo dell'imposta municipale propria di cui all'art. 13 del D.L. n. 201/2011.
Pertanto il valore dell'immobile è determinato in base alla rendita catastale alla quale vengono applicati i coefficienti IMU.
Anche per la TASI la base imponibile per i fabbricati inagibili è ridotta del 50%, come pure la base imponibile dei fabbricati di interesse storico o artistico.

SCADENZE PER IL PAGAMENTO
1^ RATA: entro il 16 ottobre 2014
2^ RATA: entro il 16 dicembre 2014
MODALITA' DI VERSAMENTO: Il contribuente provvederà al calcolo del nuovo tributo TASI in autoliquidazione come di consueto avviene per l'IMU, versando obbligatoriamente tramite il modello F24.
Il versamento minimo annuale è stabilito in € 5,00
CODICE COMUNE DA INDICARE: L310
I nuovi codici tributo da utilizzare nel modello F24 sono i seguenti:
3958: abitazione principale e pertinenze
3959: fabbricati rurali ad uso strumentale
ALIQUOTE TASI: Il Consiglio Comunale, con deliberazione n. 36 del 07.08.2014, ha stabilito le seguenti tariffe della TASI per l'anno 2014:
1. ALIQUOTA 2,3 PER MILLE per:
a) l’abitazione principale e relative pertinenze, con esclusione delle categorie catastali A/1–A/8 e A/9;
b) l’unità immobiliare posseduta a titolo di proprietà o di usufrutto da anziani o disabili che acquisiscono la residenza in istituti di ricovero o sanitari a seguito di ricovero permanente, a condizione che la stessa non risulti locata;
c) le unità immobiliari appartenenti alle cooperative edilizie a proprietà indivisa, adibite ad abitazione principale e relative pertinenze dei soci assegnatari;
d) la casa coniugale assegnata al coniuge a seguito di provvedimento di separazione legale, annullamento, scioglimento o cessazione degli effetti civili del matrimonio;
e) l’immobile di cui alla lettera d), comma 2, dell’art.13 D.L n. 201/2011;
f) le unità immobiliari, escluse quelle classificate nelle categorie catastali A/1, A/8 e A/9, e le relative pertinenze concesse in comodato dal soggetto titolare del diritto reale a parenti in linea retta entro il primo grado che le utilizzano come abitazione principale fino a concorrenza di € 500,00 della rendita catastale.
2. ALIQUOTA 2,5 PER MILLE per:
- i fabbricati di civile abitazione destinati ad alloggi sociali, come definiti dal Decreto del Ministero delle Infrastrutture del 22.04.2008; nel caso in cui l’unità immobiliare sia adibita ad abitazione principale e pertinenze da un soggetto diverso dal titolare del diritto reale, la TASI è dovuta dal detentore nella misura del 10% dell’imposta complessivamente dovuta per l’abitazione principale e pertinenze. La restante parte è a carico del titolare del diritto reale.
3. ALIQUOTA 1 PER MILLE per:
- i fabbricati destinati a funzioni produttive connesse alle attività agricole classificati nella categoria catastale D/10; - i fabbricati rurali ad uso strumentale di cui all’art.9 comma 3bis del D.L. n.557/1993,convertito con modificazioni dalla Legge n.133/1994, aventi la certificazione di dichiarata sussistenza dei requisiti di ruralità.
4. ALIQUOTA (zero) 0,0 PER MILLE per:
- tutte le altre fattispecie imponibili diverse da quelle di cui ai precedenti punti.
SERVIZIO PER I CITTADINI Si informano i contribuenti che qui , o di seguito, al Link : CALCOLO ONLINE si può effettuare il “Calcolo TASI” attraverso il quale il contribuente potrà autonomamente provvedere al calcolo della somma dovuta per ogni singolo immobile da versare alle scadenze sopra indicate.
Il Servizio Entrate – Ufficio Tributi – rimane comunque a disposizione per qualsiasi chiarimento e/o informazione negli orari e nei giorni di apertura al pubblico, ovvero il martedì, il mercoledì, il venerdì ed il sabato dalle ore 9,00 alle ore 12,00.

Tuscania, lì 08.09.2014
Contatti:
Comune di Tuscania – Servizio Entrate – Ufficio Tributi – P.zza F. Basile n. 5.
e-mail: tributi@comune.tuscania.vt.it
Tel. 0761/4454224-227-229

IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO
Dott.ssa Anna Rita PAPACCHINI


DETERMINAZIONE ALIQUOTE "TASI" 2014 (Delibera)


Servizio online per il calcolo della TASI:

Vai alla pagina Calcolo on line della TASI